In lettura:

Liliana's bookshelf: currently-reading


goodreads.com

Instagram

Bonjour ^_^

Lo so, lo so. Non ho ancora letto gli ultimi libri presi che, ne ho già acquistati altri. Ma è più forte di me, devo averli sul mio comodino, pronti per essere letti. E non fate quella faccia, lo so che lo fate anche voi 😀

Non perdiamo il tempo in chiacchiere e passiamo subito a conoscere gli ultimi libri approdati nel mio studio 😉

Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l’imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l’aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall’isola e dal suo destino… Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l’edizione di Caraval che sta per iniziare ruota tutta intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Tutto ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perderla per sempre…

Come potete vedere, ancora una volta, la mia attenzione è ricaduta su una trama in cui si respira aria “circense”, di spettacolo. Illusione e realtà. Tematiche che mi stanno molto a cuore.

Lo sappiamo: la grammatica, come l’aritmetica, incute soggezione. Sarà colpa del nome, sarà perché alle regole noi italiani reagiamo con fastidio. Ma poi che importa fare errori nello scrivere, l’importante è farsi capire, no? Devono pensarla così amici e conoscenti, influencer e politici che non si lasciano frenare dai dubbi e scrivono post, tweet e stories tralasciando la forma. Eppure la forma dice molto, tanto quanto i contenuti. E un messaggio intenso se contiene uno strafalcione rischia di diventare oggetto di derisione e imbarazzo per chi l’ha scritto. Questo libro non vuole dare tutte le risposte ai dubbi grammaticali che quotidianamente ci assillano. Anzi, è bene continuare a farsi domande, fermarsi e controllare prima di scrivere. Se il libro di grammatica delle elementari è sepolto dalla polvere in solaio questo libro è un prontuario semplice e divertente per tutti, dai grandi scrittori ai poveri corteggiatori on line.

Nel mio studio ci sono diversi dizionari, come è giusto che sia vista la professione che svolgo, ma un libricino in più che mi aiuti a migliorare è sempre ben accetto ^_^

Questi i miei acquisti, ma ne arriveranno altri… si avvicina il mio compleanno!!!

E voi? Quali sono stati i vostri ultimi acquisti? Anche voi continuate ad accumulare libri sul vostro comodino?

Ditemi di sì 😀 Così mi sentirò normale 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Libreria Torriani. La libreria del Triangolo Lariano

Lun Lug 29 , 2019
Buongiorno Lettori ^_^ Eccoci di nuovo pronti a partire alla scoperta di una nuova e interessante libreria. Avete portato i trolley vuoti da riempire con […]