In lettura:

Liliana's bookshelf: currently-reading


goodreads.com

Instagram

Bentornati all’appuntamento (bisettimanale, circa) con la rubrica Il mio AMICO LIBRAIO, che pare stiate veramente apprezzando ^_^

Oggi vi porto in quel di Brescia… più precisamente a Puegnago del Garda, per conoscere una libreria speciale che mette insieme due cose che amo: i libri e il buon vino 😉

La donna che vedete risplendere di un giallo solare come il suo sorriso è Laura Marsadri, titolare della libreria e collaboratrice fondamentale nella gestione dell’antica azienda vinicola di famiglia.

Ed è stato proprio per sfruttare una parte inutilizzata della cantina che Laura, da buona amante della cultura letteraria, con coraggio e geniale ispirazione ha fondato la “Libreria Bacco”.

Nella parte bresciana del lago di Garda, tutti sono stati contagiati dalla sua passione per l’arte e per la letteratura. E quelli che non hanno ancora contratto l’amore virale per il giallo, hanno i giorni contati.

Laura cosa l’ha spinta ad aprire la libreria?

La grande passione per la lettura mi ha spinto, durante il rinnovo dei locali di vendita della Cantina, ad occupare una parte dello spazio con i libri, per creare un luogo adibito a incontri letterari abbinati alle degustazioni dei nostri vini.

So che la sua passione per il giallo, e per la letteratura in generale, è un motore fondamentale per il Festival Giallo Garda.
Vuole darci qualche anticipazione sulla quinta edizione? Immagino sarete già immersi nei preparativi.

Stiamo chiudendo la 5a edizione, proprio in questo momento la giuria è al lavoro per la scelta dei titoli da menzionare e per decretare i finalisti.

Ancora qualche presentazione estiva e poi via, in gran volata verso la Grande Festa di Premiazione che si terrà il 12 e 13 ottobre 2019.
Due giorni con di interviste, incontri con i lettori, e il tutto in un clima conviviale e di amicizia.

Avete accoppiato due cose che amo: i libri e il buon vino. Quale bottiglia stapperebbe, o avete stappato, per “83500” di Michela Monti, che ricordiamo essere la vincitrice della quarta edizione del Festival Giallo Garda?

Assolutamente un Garda Classico Groppello 2017- Primo classificato per la Confraternita del Groppello e detentore della coppa per l’anno 2019.
Un rosso fruttato, con sentore di frutta a bacche rosse e ciliegia, persistente ma non troppo, di pronta beva. La degustazione stupisce come le parole di Michela che si rincorrono nelle pagine di 83500.

Prima di passare a parlare del libro di Michela, che è il titolo scelto per questo articolo, volevo evidenziare altre due cose che riguardano la Libreria Bacco.

Come avrete capito Laura si occupa della direzione del Festival Giallo Garda, un importante riconoscimento a livello internazionale a cui tutti i giallisti ambiscono. Ma un’altra iniziativa che ho trovato davvero molto interessante, oltre ai numerosi eventi proposti, sono le lezioni tenute da un Magistrato presso la libreria. Più o meno nel periodo intorno a Gennaio-Febbraio, autori e lettori possono approfondire la conoscenza dei vari elementi che devono essere tenuti in considerazione nella risoluzione di un caso.

Adesso passiamo al romanzo scelto e alla mia breve recensione.

Data di pubblicazione: 15 febbraio 2018

Titolo: 83500 (83500 #1)

Autrice: Michela Monti

Editore: Triskell Edizioni

Pagine: 321

Prezzo: 12,00 €

TRAMA:

ReBurning Prison, carcere di massima sicurezza, anno 2020 circa. Melice Redding è una condannata a morte, ma non ricorda il perché. La causa dell’amnesia è la separazione da sua figlia appena partorita e per questo Mel entra in stato di shock. 
Grazie a Gabriel uscirà dalla catatonia e, sempre grazie a lui, avrà la possibilità di tornare indietro, prima che il crimine per cui è condannata venga commesso. 
Melice viaggia nel tempo per rivivere il suo passato senza nessun ricordo dell’arresto, senza condizionamenti. Tutto procede regolarmente, fino alla notte di Halloween.

RECENSIONE:

In questo romanzo ci sono elementi che ho molto apprezzato.

Sicuramente la notevole capacità dell’autrice di tenere il lettore incollato alle pagine, non a caso ho letto il romanzo in soli due giorni. La curiosità del lettore viene stimolata pagina dopo pagina. La storia è ricca di mistero e i tasselli del puzzle distribuiti con criterio.

I personaggi principali sono ben delineati, soprattutto grazie alle profonde riflessioni che di tanto in tanto fanno chiarezza sul loro pensiero. Questo, aggiunto al fatto che è ben scritto e che ha chiaramente giovato di un lavoro di editing molto curato, mi porta certamente a suggerirvene la lettura.

Carissimi Lettori, direi che mi sono dilungata anche troppo ^_^

Ringrazio la gentilissima Laura per aver condiviso con noi un po’ della sua passione per il giallo, e invito voi ad andare a gustarvi una delle splendide serate che organizza a Raffa di Puegnago del Garda, in via Nazionale 26!

Un abbraccio virtuale 😉 e… al prossimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Recensione: "IL CIRCO della NOTTE" di Erin Morgenstern

Mer Ago 7 , 2019
Buongiorno ^_^ Oggi vi parlo di un libro davvero unico. Una storia in grado di trascendere le pagine in cui è racchiusa. Data di pubblicazione: […]